Le ciclomancanze, il pensierino generale e le sceltine locali

Con l'espressione Mobilità sostenibile intendiamo definire un sistema di mobilità urbana che, pur consentendo a ciascuno l'esercizio del proprio diritto alla mobilità, non gravi eccessivamente sul sistema sociale in termini di inquinamento atmosferico ed emissioni di gas serra, inquinamento acustico e congestione dovuta al traffico veicolare. In una città vivibile, umana e conviviale la coesistenza tra i diversi utenti della strada, automobilisti, ciclisti e pedoni è una necessità, mentre ora le strade sono vissute come prerogativa quasi esclusiva delle automobili.
Politica, associazionismo e società civile del nostro territorio devono interrogarsi su quale è il tipo di città in cui vogliamo vivere. Una città avvelenata e sopraffatta dall'invadenza delle automobili o una città che riscopre una dimensione più umana?
Rinnovare la città, ripensarla partendo dal basso è possibile: il singolo cittadino può incidere relativamente a livello nazionale, ma può influire molto in ambito locale, nel territorio di appartenenza mediante le proprie scelte e le proprie azioni.
In Europa il 30% degli spostamenti in auto coprono distanze inferiori a 3 Km, il 50% è inferiore a 5 Km mentre il 90 % è entro i 10 km.
La bicicletta per tragitti sino a 5 km, in ambito urbano da porta a porta, è statisticamente il mezzo più rapido e più efficiente, ciò definisce quale enorme peso l'uso della bicicletta potrebbe avere nel decongestionare le nostre città dal traffico.


Riteniamo che la bicicletta non sia soltanto uno strumento per saltuarie attività ludiche e motorie, ma sia un quotidiano mezzo di trasporto agile e veloce che aiuta a ripensare i rapporti tra i cittadini e la propria città, che facilita le relazioni sociali e che contribuisce ad attenuare gli inconvenienti ed i guasti causati dalla congestione del traffico automobilistico.
La vecchia bicicletta è paradossalmente il mezzo di trasporto del futuro: è ecologica e non inquinante, silenziosa, veloce, leggera (la bicicletta pesa circa 5 volte meno del ciclista, al contrario dell'automobile che pesa venti volte di più del conducente), poco ingombrante (occupa 1/10 dello spazio di un'automobile), si parcheggia facilmente ed è sempre pronta a partire, non congestiona il traffico facendo risparmiare a tutti molto tempo.
L'uso regolare dà un contributo personale alla qualità della vita collettiva, l'uso quotidiano della bicicletta giova alla salute, perché rafforza l'intero organismo, stimola il sistema immunitario e aiuta a diminuire notevolmente la predisposizione alle malattie, produce endorfine che agiscono positivamente sullo stress inducendo il buon umore....(tratto da"Proposta per la promozione di una mobilità sostenibile nel territorio di Lainate"

Commenti

Post più popolari