La strada del ciclopendolare



"Anche questa mattina mezzora di coda per fare sei chilometri da casa al lavoro " mi lamento mentre mi accascio sulla sedia della mia scrivania.
"A lamentarti sei capace, ma tu cosa fai per migliorare la situazione?" mi risponde Andrea senza neppure alzare gli occhi dallo schermo del computer.
Andrea è un mio collega ed è un tipo diretto e poco diplomatico; peculiarità che sovente me lo rendono indigesto. Non è tipo che si perde in grandi discorsi, ma spesso non sono necessari grandi discorsi per comprendere verità semplici. E' stata sufficiente la sua risposta secca e indigesta per sbattermi in faccia le mie contraddizioni e per partorire una presa di coscienza, tanto banale quanto inequivocabilmente vera: se voglio che le cose cambino devo essere io stesso, in prima persona, a compiere i piccoli gesti necessari al cambiamento...continua su http://iquadernidelciclante.blogspot.it/2012/02/una-dichiarazione-di-intenti.html
Ora il luogo di lavoro è cambiato e i Km non sono più 6 ma sono i 25.
Ma una volta inforcata la bicicletta non rimane che pedalare.

Commenti

  1. Danilo De Domenico31 agosto 2012 08:34

    Da Facebook

    grande.... anch'io.... sigh sigh....

    RispondiElimina
  2. Marino Steffenini31 agosto 2012 08:35

    Da Facebook 21/06/2012

    BEL VIDEO.. SOLO CHE ARRIVATO Lì TE TI FERMI, A ME MANCAN ANCORA 6 KM! QUESTA è ESATTAMENTE LA MIA STRADA CHE FACCIO DA LAINATE A DOVE ABITAVO IO!

    RispondiElimina
  3. Graziano Ameli31 agosto 2012 08:36

    Da Facebook 21/06/2012

    ecco dimostrato che si può fare ...quasi sempre :-)"

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari