video poesia - Tu non sai dire




Tu non sai dire

Non sai dire dove nasca l'ombra
che tanto spesso indugia sul tuo viso.
Sai solo che ti appartiene,
come i sogni che non ricuci,
come le lettere invano attese,
come le pastiglie nel comodino
di cui non puoi più fare a meno.

Altro non so fare
che passarti la mano sul volto
per confondere l'ombra alla quale ti arrendi
e cantarti canzoni
che ti colgano di improvviso
come l'odore della siepe di lavanda
lungo il sentiero
che portava al mare
d'estate.


Commenti

Post popolari in questo blog

A volte ritornano. La primavera, i ciclocritici, i velocipedastri e la politica (parte seconda)

Gli imbecilli occasionali e i punti di vista molteplici

La bicicletta e la resistenza, 25 Aprile 2013. Il percorso della memoria